giovedì 31 gennaio 2008

ComidaDeMama: cronache altamente digeribili.

elena chesta ComidaDeMama: cronache da amsterdam, da trento, da boston altamente digeribili è il blog di Elena Chesta: ricette, storie, appunti di viaggio e splendide foto.
Corrispondente dall'Olanda per Caterpillar si definisce: Architetto pentito, da quattro anni a questa parte tenta di fare breccia nel cuore - e nello stomaco - degli olandesi insegnando cucina italiana e studiando cucina orientale. Tra una lezione e l'altra lavora per un'associazione culturale italiana.

martedì 22 gennaio 2008

Prossimo traguardo: cucinare con il sole!

solar cooking Non esistono solo i forni a legna o a carbone e i fornelli a gas, o elettrici. Ce lo ricorda il blog Cooking Without Carbon (ideato da Stephen Kerr di Toronto, Canada). Idee, esempi, foto, spiegano come si possono ottenere ottimi risultati sfruttando il solare. Il segreto? Un buon sistema di dei raggi solari (concentratore parabolico o forno solare chiuso. Qualche luminoso esempio in queste foto, tratte da cookingwithoutcarbon. Uova, crepe, pizza e caffé...
crepe
pizza solare
solar cooking

venerdì 4 gennaio 2008

martedì 1 gennaio 2008

Peperoni in agrodolce (1 gennaio 2008)

peperoni in agrodolce Per preparare il piatto (adatto come antipasto e per contorno) bisogna per prima cosa scottare i peperoni (Capsicum annuum) in forno (180 gradi per 40 minuti) e poi spellarli, ancora caldi, avendo cura di eliminare i semi, il gambo e il torsolo. Lasciarli riposare per circa un'ora. Intanto fate bollire 100 cl d'acqua e 100 cl d'aceto in una casseruola (aggiungete un cucchiano di sale, un bicchiere di olio extravergine d'oliva e due cucchiaini di zucchero). Poi versate i peperoni nella casseruola e lasciateli cuocere per una decina di minuti. Lasciate raffreddare 20 minuti poi scolate e disponete i peperoni su un tagliere dove li dovete tagliare a fette sottili. Serviteli in vasetti o piattini disponendoli delicatamente striscia dopo striscia. peperoni
peperoni

Esecuzione: Raffaelangela Pani
Foto: Andrea Mameli
Cagliari, 1 gennaio 2008